Volontariato a medio e lungo termine in Belgio

L’ OIKOS  propone   progetti di volontariato a medio termine in Belgio in collaborazione con l’associazione locale  SVI.
SVI (Service Volontaire International) è un’organizzazione non governativa e non profit  belga,  fondata nel 2004,  che promuove la pace, la solidarietà internazionale e la reciproca comprensione tra le diverse culture. 

DESCRIZIONE DEI PROGETTI

Cliccando sul codice del progetto puoi accedere ad informazioni aggiuntive sulla località e sulle attività previste:

CODICE

PERIODO

LOCALITA’

TIPOLOGIA

Arche

Tutto l’anno

Bruxelles

Sociale

Accueil & Vie

Tutto l’anno

Bruxelles

Sociale

Les Grottes de Han

da Giugno a Settembre

Han sur Lesse

Ambientale

Renaissance

Tutto l’anno

Ophain

Sociale

Le Chant du Pissenlit

Tutto l’anno

Galinagues ( Francia)

Ambientale

Le Ferme de Fagottin

da Giugno a Settembre

Stoumont

Ambientale – Educativo

 

 

 

LA PROCEDURA PER INVIARE LA RICHIESTA
DI PARTECIPAZIONE


Per inviare la propria richiesta di partecipazione occorre:

  • Scaricare l’application form  cliccando qui.

  • Effettuare il versamento della quota di partecipazione di 170,00 euro. tale quota comprende, oltre alla quota associativa annuale, le spese amministrative e assicurative del progetto e le spese per l’attivazione e il monitoraggio del progetto. Per i volontari che comleteranno il loro percorso prendendo parte agli incontri di valutazione la nostra associazione assicura un rimborso spese di 50,00 euro, oltre a garantire l’alloggio presso la nostra struttura a tutti i volontari che ne faranno richiesta. La quota va versata sul ccp (conto corrente postale) n. 81765000, intestato ad associazione culturale OIKOS  onlus  oppure sul cc bancario 14042.46 intestato ad associazione OIKOS  Code IBAN:  IT 10 I01030 03215 000001404246 BIC SWIFT: PASCITM1R15  indicando nella  causale del versamento  “Contributo volontariato medio lungo termine“. La conferma del versamento va inviata via email all’indirizzo oikosvolontariato2019@gmail.com oppure via fax al numero 065073533.

  • Inviare l’application debitamente compilata in inglese o in francese all’email oikosvolontariato2019@gmail.com preferibilmente tre mesi prima della data di inizio della attività. Occorre tener conto a tal proposito che una richiesta inviata con tempestività consente una adeguata preparazione e organizzazione. 

L’inizio delle attività è subordinato alla disponibilità di ciascun volontario.
OIKOS cerca di favorire la partecipazione di tutti senza precludere la possibilità di fare volontariato ad alcuno.

Gli interventi di volontariato a medio e lungo termine sono progetti individuali e personalizzati e vengono definiti, sulla base delle linee guida esposte in questa pagina, a seguito di un incontro di orientamento presso la sede dell’OIKOS a Roma, che tiene conto delle motivazioni e delle competenze di ciascun volontario.    

Per ulteriori informazioni scrivere a oikosvolontariato2019@gmail.com

 

INFORMAZIONI GENERALI SUI PROGETTI
 

Requisiti: I partecipanti devono avere una  età compresa tra i 18 e i 30 anni. 
Le lingue utilizzate nel progetto sono il francese e l’inglese. E’ richiesta una conoscenza base dell’inglese, mentre non è necessaria la conoscenza del francese. I volontari che lo desiderano possono partecipare a corsi di apprendimento del francese organizzati dell’associazione di accoglienza.

Vitto e alloggio: I volontari  vengono ospitati in una casa comune, dove  sono garantiti anche degli spazi privati. Nei pressi della abitazione, che si trova vicino alla stazione ferroviaria,  si possono trovare servizi di base utili come supermercati, panetterie etc.  L’associazione  offre tutti i  servizi di prima necessità (docce, lavatrice e cucina). I volontari, a turno,  si occupano della preparazione dei pasti. 

Quota di partecipazione: La quota di partecipazione è di 170,00 euro e va versata al momento della presentazione della richiesta di partecipazione. ll contributo non comprende le spese di viaggio, che sono a carico del volontario.
Non bisogna versare alcun contributo per la gestione del progetto.
In caso di disponbilità di finanziamenti pubblici, il volontario potrà anche ricevere un argent de poche di 140,00 €  al mese a titolo di sostegno per l’integrazione con la comunità locale. 

Ai volontari che porteranno a termine il loro progetto e che, al termine delle attività, invieranno il report e il questionario di valutazione della esperienza di volontariato, partecipando agli incontri di valutazione previsti, l’OIKOS riconoscerà un rimborso spese massimo di 50,00 euro

N.B. Le spese di trasporto dall’aeroporto verso l’alloggio (nel primo giorno) e le spese dall’alloggio all’aeroporto (l’ultimo giorno) sono a carico del volontario.

 

 

DESCRIZIONE DEI PROGETTI

Arche 

Tutto l’anno

Sociale

LOCALITA’: Il progetto si svolge nella città di Bruxelles, capitale del Belgio, in collaborazione con  una organizzazione locale impegnata in iniziative di socializzazione  e/o risocializzazione di persone affette da disabilità mentali.

ATTIVITA’: Le attività svelte sono varie e comprendono la manutenzione degli spazi comuni all’interno della struttura, la  preparazione dei pasti, l’accompagnamento degli ospiti, il  sostegno nello svolgimento delle attività di apprendimento. Vengono  anche organizzati periodicamente  incontri, attività ricreative, feste ed eventi, durante i volontari svolgono ruoli di animazione.

DURATA: Per questo progetto è richiesta una permanenza minima di 3 mesi.

VITTO E ALLOGGIO:  I volontari  vengono ospitati in una casa comune, dove  sono garantiti anche degli spazi privati. Nei pressi della abitazione, che si trova vicino alla stazione ferroviaria,  si trovano servizi di base utili come supermercati, panetterie etc.

 

Accueil & Vie

Tutto l’anno

Sociale

LOCALITA’: Il progetto si tiene  presso l’associazione Accueil et Vie, che ha sede nella periferia di Bruxelles. L’associazione Accueil et Vie si occupa di persone affette da disabilità mentali e di disagi psichici. 

ATTIVITA’: Le attività svelte sono varie e comprendono la manutenzione degli spazi comuni all’interno della struttura, la  preparazione dei pasti, l’accompagnamento degli ospiti, il  sostegno nello svolgimento delle attività di apprendimento. Vengono  anche organizzati periodicamente  incontri, attività ricreative, feste ed eventi, durante i volontari svolgono ruoli di animazione.

DURATA: Per questo progetto è richiesta una permanenza minima di 3 mesi.

VITTO E ALLOGGIO: I volontari sono ospitati all’interno della struttura. Durante le ore di lavoro possono usufruire della mensa della struttura, nel tempo libero provvedono da soli all’organizzazione dei pasti.

 

Les Grottes de Han

da Giugno a Settembre

Ambientale

LOCALITA’: Il progetto si svolge nella piccola città di Han-sur-Lesse, ad un’ora di strada da Bruxelles, dove si trovano le famose Cave di Han. Il percorso pedonale nella riserva naturale si estende per circa 2,5 km e consente ai visitatori di attraversare la parte superiore della riserva. La riserva conta fino a 500 visite giornaliere. Gli animali nella riserva si trovano in uno stato di semi-libertà. 

ATTIVITA’: I volontari collaborano alla manutenzione degli spazi della riserva e al monitoraggio delle visite, offrendo guida ed informazioni ai visitatori e garantendo accurate operazoni di vigilanza. Partecipano, inoltre, all’organizzazione ed animazione di eventi all’interno della riserva.

DURATA: Per questo progetto è richiesta una permanenza minima di 1 mese.

VITTO E ALLOGGIO: I volontari sono ospitati in camere condivise all’interno di una struttura situata vicino alle cave. I pasti sono forniti dall’associazione.

 

Renaissance

Tutto l’anno

Sociale

LOCALITA’: Il progetto si svolge all’interno di “Reinassance“, una struttura che ospita 18 persone affette da disabilità mentale dalla nascita, che ha sede a Ophain,  una cittadina vicino Braine l’Alleud (un comune vallone nella provincia belga del Brabante, a circa 20 chilometri a sud di Bruxelles).

ATTIVITA’: I volontari partecipano a varie attività riguardanti la quotidiana assistenza ai beneficiari del progetto, come il sostegno nello svolgimento delle attività di apprendimento, la manutenzione degli spazi comuni della struttura, la preparazione dei pasti, l’accompagnamento degli ospiti. Vengono organizzati periodicamente incontri, attività ricreative, feste ed eventi, durante i quali i volontari svolgeranno ruoli di animazione.

DURATA: Per questo progetto è richiesta una permanenza minima di 3 mesi.

VITTO E ALLOGGIO: I volontari hanno a disposizione un alloggio privato (con bagno privato) all’interno della struttura. I pasti vengono forniti dall’associazione.

 

Le Chant du Pissenlite

Tutto l’anno

Ambientale

LOCALITA’: il progetto si svolge nel piccolo villaggio di Galinagues, situato nella provincia francese Aude, all’interno di una tenuta di 50 ettari che dal 2009 appartiene al movimento “Land of links”.

ATTIVITA’: I volontari collaborano in vario modo alla quotidiana gestione della tenuta, svolgendo attività di cura degli animali, manutenzione della tenuta, vendita al mercato di prodotti locali. I protagonisti del progetto sono anche coinvolti nella preparazione e animazione di eventi all’interno della tenuta. 

DURATA: Per questo progetto è richiesta una permanenza minima di 6 mesi.

VITTO E ALLOGGIO: I volontari  vengono ospitati presso famiglie del posto, dove sono garantiti anche degli spazi privati. 

 

Le Ferme du Fagottin

da Giugno a Settembre

Ambientale – Educativo

LOCALITA’: Il progetto si svolge nel piccolo comune belga di Stoumont, nel cuore della regione collinare delle Ardenne. All’interno della fattoria di animazione, che mira a diffondere una maggiore conoscenza della natura e dell’agricoltura, questo progetto pedagogico coinvolge bambini e ragazzi in tutte le attività agricole e di allevamento (fare il burro, formaggio, pane, pulizia della stalla …). 

ATTIVITA’: I volontari hanno la possibilità di scegliere se dedicarsi ai lavori manuali all’interno della tenuta dell’associazione, come la cura degli animali e dei luoghi in cui questi alloggiano, o dedicarsi all’assistenza dei bambini che si recano nella struttura. In entrambi  i casi i volontari sono assistiti dallo staff locale. 

DURATA: Per questo progetto è richiesta una permanenza minima di 1 mese.

 

VITTO E ALLOGGIO: I volontari possono scegliere di dormire all’aperto, nelle tende da loro portate, o alloggiare in una struttura che l’associazione mette a disposizione. Nel secondo caso è richiesto un contributo di 350,00 euro. I pasti sono forniti dall’associazione.

BELGIO: COVID-19. Aggiornamento:


 Con l’evolversi del quadro epidemiologico, restano in vigore una serie di misure restrittive a livello federale. Resta confermata la chiusura di bar e ristoranti su tutto il territorio, insieme al divieto di circolazione tra le ore 24.00 e le ore 5.00 del mattino; ulteriori misure riguardano principalmente la riduzione del numero di persone con le quali è possibile avere contatti ravvicinati o comunque frequentare nell’ambito privato. Sono aperti gli esercizi commerciali non essenziali. Nella regione di Bruxelles-Capitale, il divieto di circolazione notturna è esteso dalle ore 22.00 alle ore 6.00, accompagnato dall’obbligo di indossare sempre la mascherina.

Per maggiori informazioni, si rimanda alla Situazione Sanitaria di questa Scheda e al sito web dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles.        

E’ stata decretata, a partire dal 19 aprile 2021, la fine del divieto di viaggi non essenziali da/per l’aerea UE-Schengen (che restano comunque sconsigliati dalle Autorità belghe), ma restano le restrizioni relative ai tamponi molecolari all’ingresso ed, al termine, di una quarantena di sette giorni.      

Chiunque entri in Belgio dall’estero è tenuto, 48 ore prima dell’arrivo, a riempire un modulo on line (Passanger Locator Form -PLF), tranne nel caso di ingressi via auto per soggiorni in Belgio dall’area UE/Schengen (o a seguito di soggiorni in quegli stessi Paesi) di durata inferiore alle 48 ore.          

I viaggiatori in arrivo in Belgio che abbiano soggiornato per più di 48 ore in una zona identificata come rosso-chiaro o rosso-scuro secondo la cartina a colori messa a punto dall’agenzia europea ECDC) sono tenuti a porsi in quarantena, con test obbligatorio il primo ed il settimo giorno (nel caso dei residenti) oppure nelle 72 ore precedenti la partenza ed al settimo giorno (nel caso dei non residenti, vedi oltre nel testo). I codici per effettuare i test saranno trasmessi dalle autorità tramite sms al numero registrato sul Passanger Locator Form (PLF).      

Per i non residenti in arrivo da una zona rossa resta inoltre l’obbligo di presentare il risultato negativo di un test molecolare PCR effettuato nelle 72 ore precedenti la partenza verso il Belgio, redatto in francese, neerlandese, tedesco o inglese e certificato da un medico, cui si aggiunge l’obbligo di sottoporsi a test anche all’arrivo nel Paese se si è stati in precedenza nel Regno Unito, in Sud Africa o nell’America meridionale. Eccezioni sono previste solo per i transiti nell’area extra-Schengen degli aeroporti, i trasportatori di merci destinate alla vendita in Belgio o in transito e per chi sia esentato dal compilare il PLF.          

Pur in quarantena, chi svolge una funzione critica in un settore essenziale potrà recarsi al lavoro dietro certificazione del datore di lavoro e gli studenti universitari potranno recarsi a svolgere gli esami. 

Nel caso di viaggi di natura professionale verso il Belgio di durata fino a cinque giorni, l’invitante/cliente belga dovrà compilare preventivamente un modulo on line (Business Travel Abroad – BTA), al fine di ottenere un codice che il viaggiatore dovrà poi inserire sul PLF; sulla base del test di autovalutazione annesso al PLF, il viaggiatore potrà così eventualmente essere sollevato dall’obbligo di quarantena.         

I collegamenti aerei diretti verso l’Italia sono fortemente ridotti e l’offerta viene continuamente rimodulata. Per verificare puntualmente la disponibilità di voli sulle tratte attualmente servite (o in programma) da Alitalia da/per Roma-Fiumicino e da/per Milano-Linate, da Ryanair per Roma-Fiumicino da Zaventem e da Brussels Airlines per Milano Malpensa, si rimanda ai siti internet di dette compagnie aeree e si raccomanda di verificare regolarmente lo stato del proprio volo.

Negli aeroporti del Paese è effettuato il controllo della temperatura a tutti i viaggiatori, con divieto di ingresso/partenza in presenza di una temperatura pari o superiore a 38 gradi. E’ inoltre obbligatorio l’uso della mascherina.         

Per tutte le informazioni di dettaglio si raccomanda di consultare le risposte alle domande frequenti sulla pagina di informazione ufficiale sul Coronavirus in Belgio: www.info-coronavirus.be/fr/faq/.